Turin Marathon

pubblicato in: Articoli Prima Squadra 2017/2018 | 0

Rocambolesca è l’aggettivo che meglio definisce la partita di Sabato 13 gennaio 2018, la prima del nuovo anno per il Volley Langhe che torna a casa con un punto sì guadagnato, ma se si analizza la gara nel complesso i punti potrebbero anche essere stati due.

CUS Torino 3-2 VOLLEY LANGHE (25/22 25/1 20/25 19/25 16/14)

VOLLEY LANGHE: Bedino E.,Casale M., Curto F., Finotto A., Marsilio A., Monasterolo F.(k),Ottenga C.,Paschetta F.,Roascio M.,Vignale E.
All. Curto B.
Dir. Tonello R.
addetto all’arbitro
TORINO Anno nuovo vizi vecchi; si potrebbe dire per i ragazzi di coach Curto che non riescono a ribaltare una partita che era ampiamente alla portata.
I biancoverdi o per meglio dire “Nero Verdi” viste le nuove divise sfoggiate in quel di Torino, fresche di stampa presso il Team Point di Asti che ringraziamo.
Ma le divise non erano l’unica novità di questo 2018, infatti la scorsa settimana ha dato forfait anche il nostro libero Jacopo Maccagni che per motivi personali è dovuto tornare in quel di Cremona, sua città d’origine. A lui va un sincero “In bocca al lupo” da parte di tutta la società e dei giocatori.
Ma veniamo alla cronaca: i ragazzi scendono in campo con roascio e Paschetta in diagonale, Ottenga e Casale di banda, Curto e Marsilio al centro, libero Vignale.
Il primo set inizia con un monologo del CUS Torino, squadra molto ordinata e concreta soprattutto in difesa e contrattacco che mette in ginocchio il Volley Langhe portandosi da subito avanti di 5-6 punti.
A nulla serve nel finale un recupero del dei ragazzi che dopo essere stati sotto 20-12 Recuperano fin sul 22-20 per poi cedere 25/22.
Il secondo Curto mischia le carte, fuori Curto F per Bedino, il parziale inizia con un sostanziale equilibrio fino al 10 pari quando il CUS Torino prende di nuovo al largo a causa di una serie di errori in ricezione dei neroverdi che cedono quindi per 25/17 .
Sembra il solito “tran-tran”, già visto e rivisto nel 2017; però la squadra c’è lotta su ogni pallone e nonostante le difficoltà.
Curto inserisce anche il convalescente Monasterolo per Marsilio nel terzo set e dopo essere stati sotto per 11-6 avviene la svolta, i ragazzi reagiscono la ricezione migliora, Roascio può così servire i suoi attaccanti che sono, o almeno sembrano, più in palla rispetto ai primi due parziali e dopo un bel recupero si allunga fino al 14-20 che si conclude con un 20/25 frutto di un parziale recupero del CUS Torino nel finale.
Il quarto gioco si apre subito ad appannaggio Volley Langhe che torna ad offrire il gioco visto nelle ultime partite dello scorso anno, dominando nettamente il parziale salvo poi cedere nuovamente nel finale per alcuni errori che in certe situazioni si fa davvero fatica ad evitare e che poi diventeranno fatali nel quinto set.
Ma veniamo al tie-break: i ragazzi partono molto bene andando a girare sul 3-8 in loro favore, il CUS sembra arrendevole ed é completamente in balia dei Langaroli… ma un episodio chiave sconvolge tutto il buono che era stato fatto fino a quel momento: infatti sul 11-14 gli avversari attaccano la palla nettamente fuori e senza tocco del muro ma l’arbitro vede il tocco assegnando il dodicesimo punto ai padroni di casa; i ragazzi cominciano a protestare e ne esce anche un giallo per Casale molto nervoso.
La pallavolo si sa è uno sport molto strano in alcune situazioni e il cosiddetto effetto “Sliding Door” è sempre dietro l’angolo, Infatti il quindicesimo punto diventa pesante come un macigno da fare e ne approfitta il CUS che Ringrazia gli innumerevoli errori in attacco e ricezione del Volley Langhe chiudendo 16/14.
Come si può commentare questa situazione? Tanta amarezza tra le file biancoverdi… contando anche che questo è il terzo punto della stagione che si può considerare gettato completamente alle ortiche (dopo quello di San Mauro Torinese alla seconda di campionato e quello contro il Venaria tra le mura amiche).
Manca sicuramente più attenzione nella gestione dei momenti critici da parte di tutti sia gli allenatori che i giocatori.
I ragazzi hanno subito modo rimediare sabato infatti alle ore 18:00 a Villanova Mondovì ci sarà il recupero del derby che si sarebbe dovuto giocare a Novembre. I monregalesi sono ancora a quota zero e quindi sará una partita che va affrontata con la dovuta cautela per evitare di perdere punti salvezza importanti.