ATTENDENDO LA SERIE A3 MASCHILE… ETERNAMENTE SEDUTI IN PANCA PER SCELTA PERSONALE … (*) SECONDI O QUARTE…

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

Sono generalmente chiamati PANCHINARI quei giocatori che giocano poco o nulla, che non fanno parte del sestetto base, che fanno un riscaldamento inutile per poi sedersi in panca tutti sudati. Vero è che  almeno vedono la partita da un posto privilegiato e comodo perchè sono spettatori che possono, anche seppure raramente, salire sul palco e…

VOLLEY LANGHE, DA SEMPRE VORREBBE ESSERE LA NOSTRA SFIDA.

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

Sempre e ovunque la forza del gruppo sovrasta quella dei singoli. Un gruppo funziona se le persone coinvolte si sentono squadra, che non significa solamente scendere in campo tutti insieme, bensì avere la stessa mentalità senza preoccuparsi soltanto del proprio tornaconto personale, ma occupandosi del risultato di tutti.   Il forte sentimento di appartenenza alla…

ALLENARE L’AGONISMO EDUCATIVO, EDUCARE ALLA VITA

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

QUALE DOVREBBE ESSERE LA GIUSTA FILOSOFIA PORTANTE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA? C’è chi dice che non conta vincere, ma è fondamentale permettere a tutti di partecipare oppure c’è chi sostiene l’importanza di avere una mentalità vincente e quindi la necessità di scegliere ogni volta gli atleti migliori che devono essere coinvolti. Nel primo caso, porre…

MIGLIORARE LE RISORSE UMANE di Mauro Berruto

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

Nel campo delle relazioni umane, l’unica regola certa è che non ci sono regole. Questo lascia grandi possibilità a tutti di migliorarsi, di imparare: un po' come nello sport dove capita che qualche volta il più debole possa battere il più forte, permettendo a tutti, deboli e forti, di crederci. Molti di noi, per aggiornarsi,…

LA MOTIVAZIONE

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

LA MOTIVAZIONE viene da dentro o da fuori? Quando si parla di motivazione non si sa mai da che parte incominciare. Ci sono allenatori che ritengono che la motivazione sia un indefinibile dono di natura, per cui un atleta o la possiede o no. C'é chi, sentendosi come John Belushi “in missione per conto di…

L’ANSIA E LO STRESS NEGLI SPORT DI SQUADRA (Quarta parte)

pubblicato in: Psicologia e Pallavolo | 0

Dall’ansia allo stress il passo è breve. Lo stress Secondo Selye, “lo stress è una risposta non specifica dell’organismo ad ogni agente ambientale perturbante”. Il nostro corpo si difende dai fatti e dagli agenti vissuti come stressanti, attraverso la sindrome di adattamento che ha la funzione di proteggere il corpo dalle situazioni vissute come pericolose,…